Isotta strega farlocca

r2b34-isotta-farlocca
Isotta strega farlocca
Alessandra Sala
978-8888-315-3643-1
Edizioni Paoline
Il Parco delle storie
2009

Tra cellulari, computer e provette in laboratorio, sembra che per le streghe sia arrivato il tempo della pensione. Ormai non fanno più paura a nessuno.
Vecchie, brutte e arcigne non fanno più impallidire, al massimo sono delle vecchiette un po’ “puzzolenti”.

E così la storia di Alessandra Sala, con le illustrazioni di Silvia Baroncelli, ci racconta con ironia il destino di pentole, formule magiche, scope volanti e corvi spelacchiati. Una storia per bambini dai sette anni in su, ma che fa bene anche ai grandi, ai genitori e agli educatori, che aiuta a prendersi un po’ in giro per riuscire a reinventarsi spazi sempre nuovi.

A salvare il futuro delle streghe, razza ormai in via d’estinzione, sarà proprio Isotta, la strega farlocca, un po’ pasticciona e smemorata che con i suoi occhialini, due divertenti tartarughe arancione che nella pancia tenevano le lenti, spesse come fondi di bottiglia, riesce a vedere le cose con occhi diversi.
E così traccia una strada nuova per le streghe, che invece di mangiarsi i bambini arrosto, preferiscono imbrattarsi con la crema e la panna della torta di Isotta e diventare delle divertenti befane.
Pronte a dispensare regali per la gioia di chi è disposto a credere alle… streghe buone.

Come tutte le fiabe anche questa contiene un messaggio, presentato con grazia e originalità ed è di quelli che fanno sempre bene: la gioia, la voglia di andare al di là di pregiudizi e di apparenze, saper contare più sull’amicizia e sulla lealtà che sul look più o meno elegante, la certezza che il bene offerto prima o poi paga e paga molto…

Un messaggio offerto a tutti, non solo ai bambini a cui comunque il libro è destinato.

No
No
No
No
No
No
Fiabe-Favole
7-8