L’apertura verso nuovi mercati e la conquista di un ruolo all’interno del panorama della letteratura infantile/adolescenziale internazionale è il cardine su cui è nata l’ICWA.
In Europa molte nazioni condividono questo scopo, è perciò importante che gli autori italiani per ragazzi non restino esclusi e superino l’attuale disininteresse delle istituzioni e la crisi economica che impedisce investimenti nella cultura.

L’ICWA intende pertanto realizzare un catalogo, in forma cartacea o digitale, dell’associazione che in ogni edizione raccolga le opere di una rosa di autori (con criteri di selezione proposti qui di seguito) al fine di promuoverle all’estero come rappresentanza della letteratura per ragazzi italiana, in particolare nei Paesi anglosassoni.

Al contrario di cataloghi simili come il "New Swedish books for Young Reader" o il "New Children’s Books of Germany, Austria and Switzerland", quello della ICWA non sarà prodotto né da un’istituzione culturale (come nel caso della Svezia) né da un’associazione di editori (come nel caso dei Paesi di lingua tedesca), ma saranno gli autori stessi ad autofinanziarsi.

Chi collabora con l’ICWA per realizzare il progetto Estero

La delicata selezione delle opere tra quelle presentate dagli autori soci Estero sarà affidata a un consulente esterno, esperto di letteratura per ragazzi e con un approccio internazionale. Per la prima edizione è stata scelta Simonetta Bitasi.

http://www.lettoreambulante.it/

La promozione presso editori, agenti ed enti culturali britannici verrà curata da Kate Willman, ricercatrice di italianistica a Londra.