Cerca

La grammatica la fa... la differenza!

immagine-1
AA. VV.
978-88-89684-73-3
Casa Editrice Mammeonline
Le Pizzicallanti
2015

Per ripristinare correttezza lessicale ed equità tra i sessi, è bene proprio partire dal rispetto della grammatica!

Se la maestra un giorno leggesse in classe la storia di una bambina che vuol fare la calciatrice, anziché il calciatore?
O se la maestra desse un bel voto a una bimba che scrive nel tema che vuol fare la medica invece che il medico?
E se, sul giornale del mattino, trovaste la notizia di un’ingegnera eletta sindaca della città e non sindaco?
Pensereste che il mondo delle parole, come per magia, si sia capovolto, rovesciato come un calzino!
O magari potreste credere a questa magia e provare a scoprire cosa succede quando le parole calzano a pennello alla persona a cui si riferiscono…
Per ripristinare correttezza lessicale e rispetto delle differenze tra i sessi è bene ripartire dall’osservanza della grammatica e dalla scelta delle parole.

Un libro di racconti, filastrocche e fiabe che in maniera spontanea e non forzata mostra a bambini e bambine la naturalezza dell’uso del linguaggio di genere.

Che le donne, nei secoli, siano state poco considerate è un dato di fatto inconfutabile, ma che anche la nostra lingua le abbia ignorate e continui a ignorarle rifiutando il genere femminile, non è più accettabile.

Bisogna ripartire dalla lingua ed è necessario cominciare a parlarne a chi con la lingua ha il primo approccio: i bambini e le bambine.

Questo libro si propone di suscitare la curiosità verso argomenti apparentemente immutabili, facendo comprendere che gli strumenti per cambiare il nostro modo di parlare e pensare, rispetto al genere femminile, la lingua li possiede già, basta solo cominciare a usarli correttamente.

Un inserto rivolto agli insegnanti, ma non solo, contiene delle schede didattiche che spiegano i punti fondamentali dell’uso del linguaggio di genere, in modo da fornire gli strumenti per approfondire l’argomento con i/le bambini/e, accompagnando così la lettura delle filastrocche e delle fiabe/racconti.

Fiabe e filastrocche sono state scritte da note autrici di letteratura per l’infanzia.

Il progetto è sostenuto dall’Associazione Donne in Rete e patrocinato dalla Regione Puglia, dalle Consigliere di Parità della Regione Puglia e della Provinvia di Foggia, dall'Università di Foggia, dal Concorso Lingua Madre.

Fiabe, racconti, giochi e filastrocche di Anna Baccelliere, Annamaria Piccione, Flavia Rampichini, Chiara Valentina Segrè, Luisa Staffieri e Giamila Yehya.

Articoli, riflessioni e indicazioni pratiche di Lina Appiano, Daniela Finocchi, Gemma Pacella, Graziella Priulla, Debora Ricci, Maria Teresa Santelli.

Illustrazioni di Gabriella Carofiglio

 

No
No
No
No
No
Fiabe-Favole - Linguistica - Poesie-Filastrocche - Sociale - Tematiche contemporanee
Cambiamento
Albo illustrato - Cartonato
7-8 - 8-10 - 9-12

libri