Cerca

L'orco che non mangiava i bambini

lorcochenonmangiavaibambini
Roberto Barbero
978-88-7926-615-4
Einaudi Ragazzi
Storie e Rime

Gli orchi, che una volta erano il terrore della gente, perché mangiavano i bambini, sono stati sterminati da quando gli uomini hanno inventato i fucili. Ne rimangono solo pochi, che vivono in una foresta dove non va mai nessuno.
Stanno nascosti per paura delle fucilate. Si devono accontentare di mangiare le castagne a cui, stupidi come sono, non tolgono nemmeno il riccio e la buccia.
Tontolo, un cucciolo che è grosso più o meno come un uomo alto e robusto, nonostante il nome è più furbo degli altri, perché scopre il modo giusto di mangiare le castagne. Sfidando il pericolo, decide di partire per andare a conoscere il mondo umano e, se possibile, per assaggiare anche qualche bambino.
Conosce quattro bambini, che mangerebbe volentieri, ma decide invece di diventare loro amico. I bambini usando cosmetici e abiti gli danno un aspetto umano, poi lo aiutano ad inserirsi fra gli uomini.
Tontolo ci riuscirà, ma a fatica, attraverso vicende comicissime, dimostrando di non essere né più stupido, né più malvagio di tanti altri, anche se è un orco.

No
No
No
No
No
Umorismo
Razzismo-Integrazione
7-8 - 8-10

libri